data visualization

Non c’è (quasi) mai un motivo per usare un grafico tridimensionale

11 Luglio 2019

Il quasi tra parentesi del titolo è per prudenza: non si sa mai che qualcuno mi dimostri il contrario. Per il momento la penso così e in questi due grafici ci sono i motivi della mia affermazione

fonte: elaborazione Vizdata su dati Istat
fonte: elaborazione Vizdata su dati Istat

Il fenomeno rappresentato è lo stesso, la stima trimestrale degli occupati in Italia dal 2016 al 2018, ma la rappresentazione tridimensionale distorce la sensazione del dato, costringe il lettore a seguire tutte e tre le dimensioni xyz. Ciò che più conta è che questo sforzo di comprensione non è giustificato perchè lo stesso fenomeno può essere rappresentato da un semplice e comprensibile istogramma. La complessità in questo caso non serve

Please follow and like us:
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *