data visualization

Grafico a barre Vs. grafico a linee

12 Giugno 2019

La risposta alla domanda “come rappresentare una serie temporale” dipende se considero la variabile tempo discreta o continua. Non esiste una risposta univoca a questa domanda ma ogni caso deve essere valutato. Prendiamo a esempio i dati relativi al tasso di disoccupazione mensile in Italia da gennaio 2004 ad aprile 2019 e proviamo rappresentarli sia con un diagramma a barre sia con una linea.

Tasso di disoccupazione mensile in Italia da gennaio 2004 ad aprile 2019

grafico a barre

Grafico a linee

Fonte: elaborazione Vizdata su dati Istat

rappresentare questi dati con un grafico a barre non è scorretto ma si tenderebbe a evidenziare i punti discreti a discapito del trend. Quindi il grafico a linee in questo caso si fa decisamente preferire

Please follow and like us:
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *